La tua Lingua Italiano
0
Non hai articoli nel carrello.

0

Chiamaci: +39 06 6382335

Notizie di cronaca

  • Sequestro di 50 milioni in banconote false

    stamperia clandestina La spamperia clandestina - Il gazzettinovesuviano.com

    Castellammare di Stabia (NA) - Sequestrati ben 50 milioni di euro in banconote false durante un blitz della Guardia di Finanza coordianata dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore.

    L'incredibile quantitativo di banconote false è stato ritrovato nei locali della ditta di spurghi e smaltimento rifiuti "Gesam Ambiente" di Castellammare di Stabia dove, dietro una parete in cartongesso che fungeva da nascondiglio, i finanzieri hanno trovato una  stamperia completa di computer e macchinari professionali per un valore globale di 35mila euro con cui venivano prodotte banconote false del taglio da 50 euro di ottima fattura ed assolutamente conformi all'originale.
    I malviventi, una banda composta da 5 elementi, sono stati arrestati perchè colti in pieno flagranza di reati e sono attualmente in carcere in attesa di giudizio per direttissima. Si tratta di due fratelli di Tore Annunziata, un 59enne di Marano di Napoli, un uomo di Afragola ed uno di Casoria.

    Nonostante la situazione quasi tragi-comica in cui è stata colta la banda, nella perquisizione i militari delle Fiamme Gialle hanno ritrovato un quantitativo di circa un milione di banconote false da 50 euro, che se immesse sul mercato avrebbero generato una truffa pari a ben 50 milioni di euro.
    Resta sempre vivo il consiglio di rimanere all'erta e di non fidarsi della propria esperienza nel giudicare la falsità o meno delle banconote, ma di dotarsi di un verifica banconote automatico, di qualità e certificato BCE.

  • Sequestro della GF grazie a rilevatore di banconote

    Banconote false da 100 euroMalpensa, Busto Arsizio (VA) - La Guardia di Finanza dell'aeroporto milanese della Malpensa, grazie ad un rilevatore di banconote false elettronico,  ha potuto effettuare nella giornata di ieri 17 Dicembre un maxi-sequestro di valuta contraffatta: si trattava di ben 16mila euro del taglio di 50 e 100 euro in banconote false di ottima fattura.

    A portatrli con sè era un passeggero nigeriano residente regolarmente in Spagna diretto verso Laos (Nigeria) a cui sono state ritrovate nel bagaglio a mano delle banconote, in seguito al controllo effettuato risultate false, per un totale di € 16.180.

    L'uomo è stato denunciato alla procura di Busto Arsizio (VA).

    Un'altra volta uno strumento elettronico di ottima qualità e certificato dalla BCE ha permesso alle forze dell'ordine di portare a termine un'operazione di sequestro. Fidarsi delle proprie conoscenze o del proprio intuito non è mai sufficiente.

  • Ancora tante banconote false!

    Negli ultimi mesi sembra che l’unica produzione che aumenti sensibilmente sia quella delle banconote false. Infatti il recente sequestro di ingenti quantitativi di banconote fa pensare che la crisi diminuisca le vendite ma non lo smercio delle banconote false.

    È di questi giorni il sequestro in un piccolo locale del napoletano (sembra addirittura di una cantina di 4 mq) di ben 23 milioni di euro di banconote da 50 e 100 euro di una perfetta fattura.

    Padre e figlio stavano per immettere sul mercato una mole imponente di banconote false che sarebbero state spacciate in molte attività commerciali non in grado di riconoscere facilmente la veridicità delle stesse.

  • BCE: aumentano i sequestri di banconote false

    Banconote false Aumentano i sequestri di banconote false

    Secondo un recente studio eseguito dalla Banca Centrale Europea, nel primo semestre del 2104 è aumentato notevolmente il numero di banconote false sequestrate rispetto all'anno precedente.
    Si è passati infatti dalle 280mila del 2013 alle 317mila, con un aumento del 12% in più; in tendenza contraria invece il numero di truffe con carta di credito.

    Come già detto in altri nostri articoli (Le migliori banconote false italiane bulgare) purtroppo l'Italia si conferma essere il centro principale a livello europeo per quanto riguarda la produzione di banconote false, soprattutto di 20 e 50 euro ed allo stesso tempo sembra essere in incremento il ritrovamento di banconote da 100 e 200 euro proveniente dall'est europeo.

    Motivo di questo è ovviamente da ritrovarsi che con l'ingresso di nuovi paesi all'interno dell Unione Europea, come la Lettonia entrata a far parte dell'Eurozona il primo gennaio di quest'anno, il "mercato" per i falsari diventa sempre più appetibile, aumentando semrpe più le possibili vittime di truffa.

  • Arrestati per smercio di banconote false

    Nella giornata di ieri 2 uomini sono stati arrestati dagli agenti della Polizia Giudiziaria del Commissariato di Pontedera e dai Carabinieri di Peccioli (PI) nell'atto si smerciare banconote false nei diversi esercizi commmerciali della zona, soprattutto negozi di alimentari.
    La denuncia è arrivata dopo che negli ultimi giorni erano stati segnalati numerosi casi in cui la truffa era stata portata termine con successo ed al seguito di un'azione di pedinamento conclusasi appunto con l'arresto dei due uomini, uno dei quali accusato anche di resistenza a pubblico ufficiale.

    La tecnica era sempre la stessa: i due si presentavano nei vari negozi, uno, il palo, rimaneva all'esterno mentre l'altro, distinto e ben vestito, effettuava acquisti di poco valore pagando poi con un banconota da 50 euro falsa di ottima fattura.
    Per poter procedere all'arresto dei due uomini in atto di flagranza, lo stesso è stato fatto anche dagli stessi agenti in borghese: uno di essi è rimasto fuori facendo finta di essere al telefono, ma di fatto controllando il complice, mentre la collega è entrata nel esercizio confondendosi con i vari clienti.

    Al momento di pagare, il truffatore ha estratto, come sempre, la sua banconota falsa di 50 euro e quando se la è vista rifiutare, dietro la richiesta del commerciante di pagare con un'altra, questi si è subito allontanato dal negozio. A questo punto la poliziotta si è identificata, ma è stata violentemente spinta dal malvivente che si è subito dato alla fuga.

    Dopo un inseguimento di poche centinaia di metri, entrambi sono stati bloccati, arrestati ed immediatamente portati davanti al giudice che ne ha confermato l'arresto in attesta dell'udenzia fissata per il 7 maggio. Durante l'arresto è stata anche recuperata la banconota utilizzata per il tentativo di truffa che, come dicevamo, era del valore di 50 euro e che riportava lo stesso numero di serie ritrovato su altre banconote false precedentemente sequestrate.

    Risulta sempre importante non fidarsi solo dei propri occhi o della propria esperienza per riconoscere le banconote: la tecnica di falsificazione si è così raffinata che essere ingannati è molto facile.

Oggetti 1 a 5 di 32 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. ...
  7. 7