La tua Lingua Italiano
0
Non hai articoli nel carrello.

0

Chiamaci: +39 06 6382335

Denunciati a Venezia con 31mila euro in banconote false

Come già avevamo scritto in un articolo precedente (Le migliori banconote false sono italiane e bulgare), le banconote false di miglior qualità vengono prodotte, oltre che in Italia, in Bulgaria: in Italia siamo specialisti in quelle di piccolo-medio taglio, in Bulgaria invece per quelle di valore superiore.

Non è un caso pertanto che ieri al porto di Venezia siamo stati intercettati 2 bulgari di 43 e 48 anni, provenienti con un traghetto dalla Grecia, che trasportavano nella propria automobile ben 154 banconote da 200 euro contraffatte per un totale di quasi 31mila euro.

L'operazione portata avanti dalla Guardia di Finanza si è conclusa con  la segnalazione e la denuncia dei 2 uomini e l'immediato sequestro delle banconote contaffaffte.

L'episodio comunque segnala un cambio nella strategia dei falsari: non si punta più, come è stato fatto fino ad ora, sui tagli da 20 e 50 euro, ma ci si sta indirizzando verso anche verso quelle di valore superiore come il 200 euro che, secondo i dati offerti dalla Banca d'Italia, fiino ad ora rappresentavano solo il 2% sul totale delle banconote falsificate.

Oltre a ciò ci piace segnalar anche che ormai la tecnica si è evoluta così tanto da arrivare a trarre in inganno anche alcuni verificatori di banconote. La nuova metodologia di falsificazione infatti prevede di tagliare in 2 una banconota vera per poi unirla in modo invisibile con una falsa. In questo modo non solo viene raddoppiato il capitale iniziale, ma si riesce anche a trarre in inganno molti dei rilevatori di banconote presenti sul mercato, soprattutto quelli più economici e di qualità inferiore.

I nostri verifica banconote della serie D155 e soprattutto la nostra valorizzatrice di banconote S400, grazie alla qualità del loro software e dei suoi sensori, sono in grado di riconoscere anche questo tipo di contraffazione, dandovi così il massimo della sicurezza.