La tua Lingua Italiano
0
Non hai articoli nel carrello.

0

Chiamaci: +39 06 6382335

Notizie di cronaca

  • Denunciati a Venezia con 31mila euro in banconote false

    Come già avevamo scritto in un articolo precedente (Le migliori banconote false sono italiane e bulgare), le banconote false di miglior qualità vengono prodotte, oltre che in Italia, in Bulgaria: in Italia siamo specialisti in quelle di piccolo-medio taglio, in Bulgaria invece per quelle di valore superiore.

    Non è un caso pertanto che ieri al porto di Venezia siamo stati intercettati 2 bulgari di 43 e 48 anni, provenienti con un traghetto dalla Grecia, che trasportavano nella propria automobile ben 154 banconote da 200 euro contraffatte per un totale di quasi 31mila euro.

    L'operazione portata avanti dalla Guardia di Finanza si è conclusa con  la segnalazione e la denuncia dei 2 uomini e l'immediato sequestro delle banconote contaffaffte.

    L'episodio comunque segnala un cambio nella strategia dei falsari: non si punta più, come è stato fatto fino ad ora, sui tagli da 20 e 50 euro, ma ci si sta indirizzando verso anche verso quelle di valore superiore come il 200 euro che, secondo i dati offerti dalla Banca d'Italia, fiino ad ora rappresentavano solo il 2% sul totale delle banconote falsificate.

    Oltre a ciò ci piace segnalar anche che ormai la tecnica si è evoluta così tanto da arrivare a trarre in inganno anche alcuni verificatori di banconote. La nuova metodologia di falsificazione infatti prevede di tagliare in 2 una banconota vera per poi unirla in modo invisibile con una falsa. In questo modo non solo viene raddoppiato il capitale iniziale, ma si riesce anche a trarre in inganno molti dei rilevatori di banconote presenti sul mercato, soprattutto quelli più economici e di qualità inferiore.

    I nostri verifica banconote della serie D155 e soprattutto la nostra valorizzatrice di banconote S400, grazie alla qualità del loro software e dei suoi sensori, sono in grado di riconoscere anche questo tipo di contraffazione, dandovi così il massimo della sicurezza.

  • Presentate le nuove banconote da 10 euro

    la nuova banconota da 10 euro La nuova banconota da 10 euro

    Ieri 13 gennaio 2014 Yves Mersch, componente del comitato esecutivo della Bce, ha presentato presso la sede della BCE di Francoforte il disegno delle nuove banconote da 10 euro che verrà ufficialmente introdotta nel mercato a partire dal prossimo 23 settembre.

    Il disegno ricorda nei colori il biglietto della serie precedente con l'aggiunta dei sistemi anti-falsificazione introdotti con la banconota da 5 euro: la filigrana in controluce e riproducente la dea Europa, che da anche il nome alla nuova serie, e la zigrinatura laterale.

    La sua introduzione fa parte del progetto di progressiva sostituzione nei prossimi anni di tutte le banconote attualmente in circolazione, sostituzione dovuta sia al loro progressivo deterioramento che alla necessita di contrastare sempre più adeguatamente la loro contraffazoine, la cui diffusione risulta essere in costante aumento. Gli ultimi dati infatti hanno segnalato un aumento di banconote contraffatte pari al 11,4% rispetto al semestre precedente su un totale di 353.000.

    La Banca Centrale Europea, nonostante queste cifre, vuole comunque rimarcare che il contante risulta essere un metodo di pagamento assolutamente sicuro ed efficace.

    L'importante, come sempre, è dotarsi di macchine per la verifica delle banconote che siano aggiornabili ai nuovi disegni, esattamente come accade con i nostri rilevatori e contabanconote Detectalia Italia.

  • Le migliori banconote false sono italiane e bulgare

    Italia e Bulgaria posseggono la palma di migliori produttori di banconote false a livello internazionale e questo triste dato è ancor più aggravato dal fatto che in Italia venga prodotto ben il 90% del denaro contraffatto a livello europeo.

    Mentre gli italiani alla quantità aggiungono anche la qualità sulle banconote di taglio medio-piccolo (dai 5 ai 100 euro), raggiungendo un valore medio di qualità di 8 su una scala da 0 a 10, i bulgari sembrano invece essere imbattibili su quelle di grande taglio: infatti se la loro qualità sulle bancontoe da 20 e 50 è di solo 5 punti, il valore schizza ad un 9/9,5 per le banconote da 200 e 500 euro!

    I motivi di questo primato sono da ritrovare principalmente nel fatto che a causa della crisi molte stamperie in offeset sono rimaste senza lavoro ed i migliori stampatori vengono  avvicianti dalla criminalità organizzata. A ciò va anche aggiunto il fatto che ormai molti dei componenti necessari alla fabbricazione del denaro contraffatto possono essere facilmente comprati anche attraverso internet, come ad esempio il marchio olografico facilmente ritrovabile nel mercato cinese.

    Insomma mai come oggi, ed alla luce di queste notizie, è fondamentale dotarsi di un rilevatore di banconote false di ottima qualità, testato annualmente presso le varie sedi della banche nazionali per conto della Bce che in seguito ne rilascia o meno la certificazione con un risultato variabile da un minimo del 90% ad un massimo del 100%.

  • Dall'Austria con 3mila euro in banconote false.

    Verona - Erano arrivati dall'Austria c0n 3mila euro in banconote false da 100 e 50 euro i 2 ventenni arrestati ieri alla stazione di Porta Nuova di Verona.

    A far insospettire gli agenti della Polfer era stato lo strano atteggiamento dei 2 giovani, i quali, saliti sul treno per Monaco e vistoc he contemporaneamente lo stavano facendo anche gli stessi agenti, erano improvvisamente scsi dalo stesso, allontanadosi molto velocemente. Ne è iniziata così una fuga con tanto d'inseguimento tra i binari della stazione, fino a quando non sono stati fermati e perquisiti.

    Nelle loro tasche sono state ritrovate banconote false da 100 e 50 euro, per un totale di 3mila euro, tutte riportanti lo stesso numero di serie ed alcune non provviste dei classici elementi di anti-contraffazione.

    I giovani, residenti ad Innsbruck ed incensurati, sono stati immediatamente portati davanti al giudice che ha deciso una condanna ad un anno e sei mesi con multa di 40 euro per i reati di falsificazione e introduzione di denaro falso nel paese. Ai due è stata concessa allo stesso tempo la sospensione condizionale della pena e sono stati così rimessi in libetà.

  • Truffa con 130mila euro in denaro falso. Arrestati

    Monselice (VE) - Un 23enne ed una 19enne vengono arrestati dai Carabineri del nucleo di Abano Terme per aver tentato di truffare una signora con denaro falso.

    L'episodio è avvenuto nel centro commerciale Airone, quando riproponendo una versione rivisitata del trucco del "nano nel mobile", 2 nomadi nati in Italia ma residenti in Croazia hanno tentato di rifilare ad un'ignara vittima di Schio 130mila euro in banconote false di pessima fattura in cambio dell'acquisto di un orologio di lusso.

    Questa volta anziché il nano nel mobile, i 2 malviventi hanno effettuato lo scambio del denaro con un semplice gesto di destrezza, approfittando di un momento di distrazione della signora e sostituendo la busta contenente quello autentico con quello falso contenuto in una identica busta e messo in un cassetto.

    La fattura delle banconote era pessima, tanto che alcune di essere riportavano addirittura la scritta fac-simile, ma l'inganno ha comunque permesso di dare il tempo ai 2 giovani di potersi allontanare dal centro commerciale.  Non tanto però da non essere in seguito riconosciuti ed arrestati dai carabinieri: la signora infatti, una volta accortasi della sostituzione delle buste, ha immediatamente avvertito le forze dell'ordine che hanno immeditamente iniziato la ricerca.

Oggetti 6 a 10 di 32 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. ...
  7. 7