La tua Lingua Italiano
0
Non hai articoli nel carrello.

0

Chiamaci: +39 06 6382335

Notizie di cronaca

  • Smercio di banconote false. Indagini chiuse

    Salerno - Si è conclusa l'operazione denomintata Green Fake Money con cui è sono stati portati a termine 8 arresti per convendita di banconote false.

    L'indagine ebbe inizio nel 2011 dal sequestro di una banconota falsa da 100 euro in un bar nel centro di Nocera Superiore. A partire da questo primo episodio, i Carabinieri della caserma locale, iniziarono a raccogliere tutte le denunce per spendita di denaro falso.

    Dal raffronto delle banconte sequestrate, la tipologia, i luoghi in cui il denaro falso veniva ritrovato, gli identik e le testimonianze, si arrivò a ricoscere in R.M. e A.deR. i principali responsabili dello smercio in un'area territoriale che andava dall'area salernitana all'Agro, attraverso frequenti viaggi a Napoli per il procacciamento delle banconote. In seguito l'indagine riuscì a fare luce sui luoghi fisici in cui avvenivano gli appuntamenti per gli scambi e il loro controvalore esatto: ogni 2 banconote false venivano pagate con 1 banconta vera.

    A conclusione di tutta l'opearzione, sono stati eseguiti 8 arresti, di 3 da scontare in carcere e 5 agli arresti domiciliari per compravendita e smercio materiale di banconote false principalmente da 100 euro, reati che si sono consumati effettuando piccoli acquisti e ritirando il resto in esercizi commerciali di Battipaglia, Salerno, Cava de’ Tirreni e Mercato San Severino.

    Questi fatti confermano i dati in crescita sulla presenza di denaro falso nei nostri mercati di cui avevamo già dato notizia in un precedente articolo (Banconote false: i dati ufficiali della BCE) in cui riportavamo il report semetrale pubblicato dalla Banca Centrale Europea sullo stato del fenomeno in Europa.

    Come sempre raccomandiamo molta attenzione nell'acquisto di macchine rilevatori di banconote false, verificando sempre che siano effettivamente certificate al 100% nei test effettuati dalla BCE e che effettivamente coimpaiano all'interno dele liste ufficiali.

  • Aveva in casa armi e monete false, arrestato

    Angri (SA) - Nella tarda serata del 5 agosto, è stato arrestato dal Nucleo dei Carabinieri di Nocera Inferiore un uomo di 55 anni (iniziali G.D.F.) residente ad Angri perchè in possesso di armi e monete fale.

    L'uomo era stato fermato per un controllo e dato il suo atteggiamento particolarmente nervoso, i militari avevano deciso di estendere il controllo anche con una perquisizione dell'abitazione. Lì sono stati ritrovati e sequestrati una carabina semiautomatica calibro 22 con matricola abrasa insieme a 35 proiettili, 3 ordigni costruiti artigianalemente del tipo "da mortaio" e 370 monete false da un euro perfettamente riprodotte.

    Ai Carabinieri non è restato altro che arrestare immediatamente l'uomo che è stato rinchiuso presso il carcere di Salerno e quindi dare inizio alle relative indagini per capire la provenienza di tutto il materiale sequiestrato.

    Oltre alla falsificazione delle banconote, si sta sempre sviluppando anche quella delle monete. Contamonete in grado di poter riconoscere quelle false non sono molte, sono genericamente macchine che sono in grado di "misurare" il raggio e lo spessore della moneta e, nel caso non corrispondano alle dimensioni previste, scartarla in un apposito vano o borsa senza ovviamente inserirle nel calcolo. Tra le nostre contamonete con queste caratteristiche ci sono i modelli M11 e M309

  • Banconote false, sequestro per 100mila euro

    Udine - I Nucleo investigavtivo dei carabinieri di Udine, insieme ai colleghi di Frascati (RM) e del comando Antifalsificazione Monetaia di Roma, hanno portato a termine un'importante operazione contro lo smercio di banconote false.
    L'operazione, che ha avuto inizio a marzo di quest'anno, ha decapitato un'organizzazione che distribuiva nel Nord Est, in Austria e in Slovenia banconote false da 100 euro perfettamente falsificate provenienti dalla Campania, portando al sequestro di un totale di 100.000 euro in denaro falso. Il denaro veniva smerciato soprattutto nelle aree turistiche del litorale attraverso una fitta falsari tutti vaventi punto nevralgico il Friuli e la zona di Frascati.

    Al seguito delle indagini condotte e dopo aver riscontrato vari sequestri di banconote da 100 euro, lo scorso 17 luglio i Carabinieri di Frascati hanno arrestato per vendita e spendita di banconote false G.M. di 47 anni di Napoli ma residente ad Avellino e G.F. di 44 anni anch'egli di Napoli.

    La perfezione delle banconote è risultata così elevata, da indurre le Forze dell'Ordine ad emettere un comunicato ufficiale in cui si consiglia ai commercianti delle zone interessate di prestare estrema attenzione al momento di accettare banconote del taglio di 100 euro, poiché risulta essere chiaro che il sequestro corrisponde solo ad una piccola partae dell'effettivo denaro falso immesso.

    A maggior sicurezza del vostro incasso, più che procedere alle solite verifiche manuali e visive, che data l'esperienza sono oramai inadatte, consigliamo come sempre l'acquisto di un verifica banconote certficato al 100% dalla Banca Centrale Europea

  • Ripresa nelle aperture di negozi al dettaglio

    Roma - Arrivano buone notizie sul fronte dell'aperture di nuovi negozi al dettaglio e piccole botteghe nei mesi di maggio e giugno.

    Infatti secondo i dati raccolti dalla Confesercenti, nel terzo trimestre nel 2013 si è registrata una inversione di tendenza rispetto ai mesi precedenti con un saldo positivo tra aperture di nuove attività e chiusure: son ostate aperte infatti 7.546 nuove imprese , contro le 4.014 dei mesi marzo-aprile (aumento del 88%).

    Si tratta di un piccolo "segnale di ripresa" ma che fa ben sperare in un futuro miglioramento dei consumi nei prossimi mes e che va visto in maniera positiva nonostante ad un aumento di nuove imprese non abbia fatto seguito la inversamente proporzionale diminuzione della chiusure di esercizi già esistenti, dove purtroppo di deve registrare un calo di solo il 12% rispetto ai bimestre precedente. Niente a che vedere ovviamente con il drammatico bilancio del primo bimestre dell'anno in corso in cui invece avevano chiuso ben 13.772 attività contro un'apertura di sole 3.992.

    E' da registrare però che la grande maggioranza di queste attività sono state aperte al Nord, dove nell'ambito alimentare si sono registrate 1.191 negozi al dettaglio e 924 cessazioni mentre nel no-food rispettivamente 6.355 contro 5.200 con un totale positivo di +1.044 aziende di nuova nascita.

    Centro e sud italia purtroppo non sembrano essere così attivi, infatti i dati sono decisamente inferiori nelle cifre pur rimanendo on un trend positivo rispetto alle chiusure; si sono infatti registrate +218 nuove attività al Centro e solo +160 al Sud. Causa di questo gap rimane sempre l'emorragia delle chiusure che non permette di avere dati migliori.

    Nonostante  tutto sono segnali che vanno letti solo in maniera postiva e  che fanno ben sperare in una piccola ripresa futura e pertanto un'aumento della circolazione del denaro in contante e delle banconote.

  • Aveva 44mila euro in denaro falso nell'auto: denunciato

    Denunciato uomo di 42 anni in provincia di Potenza per possesso di 44mila euro in banconote da 100 euro di denaro falso

Oggetti 21 a 25 di 32 totali

Pagina:
  1. 1
  2. ...
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7